Google SMS: il riscatto 2.0 del Short Message Service

Quand’è stata l’ultima volta che avete inviato un SMS? 10 anni?
Se pensavate che Google sarebbe stato a guardare mentre WhatApp e Telegram scalavano la loro strada verso il successo, vi sbagliavate di grosso. Quest’ultimo, infatti, ha deciso di competere nel mondo della messaggistica istantanea ma a modo suo, recuperando uno strumento “vintage” come gli SMS, dando un tocco di modernità 2.0 ed ecco nascere gli: SMS 2.0.

Il progetto della casa di Mountain View per spodestare i colossi WhatsApp e Telegram è ancora in fase di sperimentazione ma vediamo quali sono le caratteristiche principali e le sue funzionalità.

Caratteristiche e funzionalità

Chi deciderà di utilizzare gli SMS 2.0 non dovrà rinunciare proprio a niente perché avrà la possibilità di:

  • Condividere contenuti multimediali compresi i messaggi vocali;
  • Attivare l’opzione che permettere di visualizzare chi sta scrivendo;
  • Condividere la posizione;
  • Ricevere una notifica quando qualcuno riceve il nostro messaggio;
  • La spunta che conferma la visualizzazione;
  • Cercare contenuti condivisi in precedenza all’interno delle chat;
  • Creare gruppi.

Sembra che non manchi proprio niente ma attenzione, occhio a definire questo progetto una copia di WhatsApp!

Google ha voglia di riscatto dopo il flop di Google + e decide quindi di rispolverare la tecnologia RCS (Rich Communication Service) per poter arricchire i vecchi messaggi da 165 caratteri con contenuti multimediali come foto, video, GIF, documenti e note vocali. Ovviamente gli SMS 2.0 non viaggeranno più attraverso la vecchia rete telefonica bensì sfrutteranno la rete Wi-fi o la rete dati.

Come utilizzare gli SMS 2.0 di Google

Sarà possibile utilizzare gli SMS 2.0 esclusivamente all’interno dell’App Messaggi di Google, spesso già installata in tutti i telefoni Android. Quasi tutti gli operatori telefonici stanno permettendo l’attivazione del servizio RCS, agli utenti basterà entrare nelle impostazioni dell’app Messaggi e controllare nella sezione “Funzionalità di chat” se avete la disponibilità di attivare qualche funzionalità e iniziare ad utilizzare gli SMS, ricordiamo però che siamo ancora in una fase di testing.